• italiano
  • inglese
  • giapponese
  • francese
  • tedesco
  • spagnolo
  • cinese
  • russo
Claire Fontaine : Unbuilding

Dal 27 agosto al 21 novembre 2010 il pubblico potrà visitare l’interessante esposizione personale del collettivo Claire Fontaine : Unbuilding. Le opere affrontano il tema dell’architettura, e del ruolo che questa arte ricopre, attraverso la costruzione e la distruzioni di spazi e luoghi che, se abbandonati dall’uomo e privati così della loro funzionalità, perdono di significato. Il percorso espositivo si articola attraverso l’utilizzo di foto, neon, e filmati volti proprio a definire la funzione dell’ architettura oggi. Unbuilding si apre in Campo Santo Stefano, dove l’artista istalla sulla facciata di un palazzo un neon, che recita una celebre e significativa frase di Bertolt Brecht, volta a sottolineare come la presenza dalle persone completi l’essenza e la natura della costruzioni, che diversamente risultano inutili. L’evento prosegue presso la galleria Caterina Tognon Arte Contemporanea, dove alcune opere affrontano il tema della costruzione e del disfacimento degli spazi. Counterpoison / Antidoto è una film girato sul decadimento e l’abbandono di un teatro di Glasgow, in attesa dell’arrivo della ruspe. Di giorno diviene meta di ragazzi, che si divertono a bruciare le poltroncine, a distruggere il palco e di notte rifugio degli animali randagi. Oggi dell’ edificio ormai completamente abbattuto, resta la sola testimonianza di queste sequenze. La mostra prosegue con altri lavori dedicati a questo luogo come “l’object trouvè” con l’insegna della catena “Mecca” a cui apparteneva la sala bingo del teatro e tre fotografie stampate su carta, che immortalano le rovine del teatro.

Dal 27 agosto al 21 novembre 2010
Caterina Tognon Arte Contemporanea
Calle del Dose (Campo San Maurizio) San Marco 2746, Venezia 30124
Orari: mar/sab h. 10.00/13.00 - 15.00/19.30; o su appuntamento
Inaugurazione 26 agosto ore 22.00/01.00