• italiano
  • inglese
  • giapponese
  • francese
  • tedesco
  • spagnolo
  • cinese
  • russo
In occasione del trentennale del Premio “Una vita nella musica-Artur Rubinstein”, la mostra “Da Artur Rubinstein a Daniel Barenboim”.

In occasione del trentennale dell’istituzione del Premio è stata inaugurata lunedì 1 dicembre la mostra “Da Artur Rubinstein a Daniel Barenboim“, che rimarrà aperta fino al 12 dicembre presso il Fondaco dei Tedeschi a Rialto. Daniel Barenboim, uno dei più grandi pianisti e direttori d’orchestra del nostro tempo, riceverà il 12 dicembre 2009 alle 19.00 al Teatro La Fenice il Premio “Una vita nella musica-Artur Rubinstein”, considerato dalla critica internazionale come l’equivalente di un Nobel della musica. Protagonisti sono i ritratti dei premiati degli ultimi 30 anni. Le Gigantografie che ritraggono Artur Rubinstein, primo insignito, quindi Andrés Segovia, Karl Böhm, Carlo Maria Giulini, Yehudi Menuhin, Mstislav Rostropovic, Maurizio Pollini, Isaac Stern, Nikita Magaloff, Leonard Bernstein, Alfred Brendel e Zubin Mehta, Ruggero Raimondi e una solare Carla Fracci, Claudio Abbado, Salvatore Accardo e Claudio Scimone si elevano a piramide lungo i piani superiori del chiostro del Fondaco. Nelle bacheche sono contenute le lettere di ringraziamento di ciascun protagonista, mentre nei leggii da orchestra sono stati incorniciati i programmi di sala e le locandine.
Il 12 dicembre, in occasione della premiazione, il pubblico avrà l'onore e il piacere di assistere all'esibizione di Daniel Birnbaum, un recital pianistico interamente dedicato a Chopin: Fantasia in fa minore op.49, Notturno in re bemolle maggiore op.27 n.2, Sonata n.2 in si bemolle minore op.35, Grave – Doppio movimento, Scherzo, Marche funèbre: Lento, Finale: Presto. In più Tre valzer, Berceuse in re bemolle maggiore op.57, Polacca in la bemolle maggiore op.53.


News a cura di MarketingFocus

ww.marketingfocus.it »