• italiano
  • inglese
  • giapponese
  • francese
  • tedesco
  • spagnolo
  • cinese
  • russo
KLIMT IN MOSTRA A VENEZIA

Con la mostra "Klimt nel segno di Hoffmann e della Secessione" si pone l’occasione ideale per celebrare i 150 anni della nascita del pittore austriaco.
Uno dei temi principali della rassegna è senz’altro la “Sacra primavera” titolo della rivista nata dalla Secessione viennese, ma anche spunto per affrontare il tema della proficua collaborazione tra Klimt e l’architetto Josef Hoffmann che tanti lavori hanno condiviso nella comune tensione alla “Gesamtkunstwerk” ovvero l’opera d’arte totale.
In esposizione non solo i numerosi lavori sulla figura della donna, elemento chiave nella poetica dell’artista, ma anche disegni rari, gioielli, mobili. L’allestimento presenta, inoltre, una sezione che raccoglie documenti storici e interessanti ricostruzioni del percorso compiuto dall’artista e di coloro che insieme a lui hanno attuato il movimento artistico della Secessione viennese, da Josef Hoffmann a Jan Toorop e Koloman Moser.
Da non dimenticare anche una sezione dedicata agli influssi che l’artista viennese ha esercitato sull’arte italiana, in cui sono esposte le opere dei massimi esponenti del periodo: Vittorio Zecchin e Galileo Chini.

La mostra resterà aperta fino all’8 luglio presso il Museo Correr in Piazza San Marco, 52.