• italiano
  • inglese
  • giapponese
  • francese
  • tedesco
  • spagnolo
  • cinese
  • russo
Oscar Niemeyer: l’arte di progettare

Uno dei più importanti interpreti dell’architettura moderna e contemporanea, tra i pionieri nell’esplorazione delle possibilità plastiche e costruttive del cemento armato: questo e molto altro ancora è Oscar Niemeyer, l’architetto brasiliano di cui lo IUAV di Venezia ospita la mostra “101% Oscar Niemeyer. L’arte di progettare”, pnella Sala “Gino Valle” della Facoltà di Architettura.
Niemeyer nasce a Rio de Janeiro nel 1907 e dopo la laurea presso la scuola Nazionale di Belle Arti della sua città fa parte del gruppo di architetti brasiliani che collabora con Le Corbusier al progetto per la costruzione del nuovo Ministero dell’Educazione e della Sanità di Rio. L’incontro con Le Corbusier è sicuramente determinante nella formazione della sua visione dell’architettura, fatta di spazi fluidi che offrono un’alternativa profondamente poetica alle linee dritte e agli angoli retti dell’international style, che caratterizzavano l’architettura europea negli anni ‘30.
La mostra di Venezia, infatti, organizzata dall’Associazione Culturale vicentina IEC - Independent Event Center in collaborazione con l’Università Iuav di Venezia, vuole celebrarlo come uno dei più grandi architetti viventi - oggi, nel suo centounesimo anno di vita, continua a lavorare nel suo ufficio di Rio a Copacabana - che proprio in questi mesi sta vedendo ultimata la sua terza opera italiana, l’Auditorium di Ravello.
“101% Oscar Niemeyer” offre una panoramica sull’opera del grande progettista brasiliano, ponendo l’accento su due suoi grandi suoi progetti: l’Auditorium di Ravello, appunto, e il progetto del 1978 per il Teatro Comunale di Vicenza, redatto in collaborazione con l’architetto Federico Motterle e mai realizzato. Il confronto tra queste due opere, nell’ambito di un più amplio sguardo sul lavoro di Niemeyer, produce un dialogo unico e inedito tra il passato e il presente dell'architettura firmata Niemeyer, offrendo importanti spunti di riflessione sul ruolo dell'architettura contemporanea oggi.
Niemeyer è considerato a ragione uno dei primi ad aver sperimentato nuovi concetti architettonici, sviluppando uno stile scultoreo servendosi del cemento armato per creare forme e strutture sensazionali che rispecchiano le sinuose curve naturali delle montagne e delle spiagge della sua terra. Come i suoi maestri, Lucio Costa e Le Corbusier, è un “modernista”, ma la ricerca di un’architettura grandiosa, legata alle radici della sua cultura , lo porta a elaborare nuove forme di un inedito lirismo architettonico.
Le sezioni della mostra
Gli schizzi e i disegni. Il corpus di opere è assai ampio e in parte costituito dal materiale che fu esposto nel 1994 nella mostra “Oscar Niemeyer: Progetti per il Veneto”; saranno esposti studi sullo skyline di Brasilia e schizzi di singoli edifici, viste del progetto per il ponte dell’Accademia di Venezia, schizzi per mobili ed oggetti di design, oltre che quelli per il Teatro Comunale di Vicenza.
Il design. Alcuni degli schizzi di Niemeyer di cui sopra rappresentano disegni preparatori per elementi di arredo di cui un tavolo è tutt’ora in produzione ed esposto all’interno della mostra.
Le opere d’arte. I disegni di Niemeyer saranno esposti al fianco di disegni artistici e prove d’autore dello stesso architetto, risalenti agli anni '80, a voler dimostrare il percorso creativo che lega le opere d’arte di Niemeyer all’estetica dei suoi edifici.
L’auditorium di Ravello. Fa parte dell’esposizione un modello architettonico dell’Auditorium di Ravello, terza opera italiana di Niemeyer attualmente in costruzione: ciò permette un confronto stilistico tra due progetti a firma dell’architetto brasiliano e distanti trent’anni tra loro, ma con varie tematiche in comune.


La mostra
Fino al 16 ottobre 2009
Cotonificio, sala Gino Valle
Dorsoduro 2196, Venezia
Orari di apertura: dal lunedì al venerdì, dalle 9.30 alle 18.30
Ingresso libero

Organizzazione a cura di:
Associazione Culturale IEC - INDEPENDENT EVENT CENTER
Università Iuav di Venezia

Con il patrocinio:
Consolato Brasiliano a Milano
Regione Veneto


News a cura di MarketingFocus.it

www.marketingfocus.it »