• italiano
  • inglese
  • giapponese
  • francese
  • tedesco
  • spagnolo
  • cinese
  • russo
Sebastiano Ricci. Il trionfo dell’invenzione nel Settecento veneziano

Fino all’11 luglio 2010 la Fondazione Giorgio Cini ospita la mostra: Sebastiano Ricci. Il trionfo dell’invenzione nel Settecento veneziano. L’esposizione rappresenta la vita artistica del pittore Sebastiano Ricci (Belluno, luglio 1659– Venezia, 15 maggio 1734), e attraverso dipinti, disegni e sculture indaga l’importanza del bozzetto, come mezzo espressivo singolare della creatività caleidoscopica ed ingegnosa dell’artista. Sebastiano Ricci fu un interessante precursore dell’arte rococò e seppe ben interpretare le spinte innovatrici, che guardavano al Settecento. Il nucleo fondamentale nella mostra si concentra su un aspetto peculiare del pittore, la realizzazione del bozzetto e del modelletto, di cui era un eccelso realizzatore e grande maestro, tanto da invertire la rilevanza estetica dell’opera preparatoria, sulla versione finita destinata al pubblico, come si evince da una lettera scritta a Giacomo Tassi il 14 novembre del 1731. L’iter espositivo propone un accurato e coinvolgente confronto dei bozzetti dell’artista, con i lavori preparatori di importanti esponenti veneziani del XVIII secolo, Jcopo Amigoni, Gianbattista Tiepolo, Gaspare Dizioni e Antonio Pellegrini. Un’ulteriore sezione tratta le analogie tra l’arte riccesca e quella di Giovanni Maria Morlaiter, che seguì la creatività di Sebastiano Ricci soprattutto nel campo scultoreo, a tal proposito, la mostra espone una serie significativa di modelli in terracotta, provenienti dal Museo del Settecento Veneziano di Ca’ Rezzonico.

24 Aprile 2010 - 11 Luglio 2010
Fondazione Giorgio Cini, Sale del Convitto
Isola di San Giorgio Maggiore, Venezia