• italiano
  • inglese
  • giapponese
  • francese
  • tedesco
  • spagnolo
  • cinese
  • russo

Elenco Musei

"Catturare un attimo…una sensazione…che resterà per sempre vivida…ecco come l'arte immortala tutto ciò che sfiora…"

Venezia è un centro ricco d'arte e cultura dove ogni attento visitatore, potrà scegliere a suo piacimento, l'iter alla scoperta dei monumenti e dei musei, che conferiscono ricchezza e fascino a questa città unica al mondo. Questa pagina è dedicata ai musei Veneziani, ed offre una panoramica sulle più note ricchezze culturali e artistiche della città. Non è semplice orientarsi tra le tante opportunità di visitare musei, monumenti, gallerie che la città offre, ma in questa sezione troverete le linnee guida per avvicinarvi ai tesori artistici più noti di Venezia, iniziando dai famosi Musei Civici fino ad arrivare alle gallerie più rinomate delle città…

Palazzo Ducale

Sorge sulla celebre Piazza San Marco ed è uno dei simboli storici della città, espressione dalla vita della Repubbica, residenza del Doge sede del Governo e palazzo di giustizia, è un notevole esempio del gotico veneziano e un vero capolavoro dell'arte rinascimentale. L'ingresso sulla Scala dei Giganti apre un percorso di sale, cortili, logge decorate dai maggiori artisti veneti come il Tintoretto, Carpaccio, Tiziano, Palma il Giovane, una vera ricchezza artistica. Le visite proseguono attraverso il cortile, il Piano delle Logge, l'appartamento Ducale, fino ad arrivare all'armeria e alle prigioni.

Museo Correr

Il museo fu allestito a seguito delle donazioni del Nobile Veneziano Teodoro Correr (1830), e fu ampliato grazie a successivi lasciti ed acquisti di opere che arricchirono il patrimonio del museo. La visita inizia nell'area Napoleonica e prosegue nelle stanze delle "Procuratie Nuove" lungo un percorso che racconta i molteplici aspetti della civiltà veneziana di quell'epoca.

Torre dell'Orologio

Un monumento simbolo, che da 500 anni scandisce lo scorrere del tempo nella città di Venezia. Attraverso un visita guidata è possibile conoscere la storia dell'orologio, vedere i meccanismi, e gli ingranaggi che da diversi secoli permettono il suo funzionamento, è dotato anche di un meccanismo a carillon, attivo solo il giorno dell'Epifania e dell'Ascensione, quando le preziose statue dei Re Magi e dell'Angelo escono in processione.

Ca' Rezzonico

E' uno dei palazzi più importanti della città e si trova nel Setriere di Dorsoduro, la sua costruzione ha subito un percorso lungo e complesso, infatti, iniziato nel 1649 da Baldassarre Longhena, dopo un susseguirsi di eventi, venne terminato nel 1756 da Giorgio Massari su commissione di Gianbattista Rezzonico. Nel Mezzanino Browning si trova la Collezione Mestrovich, tra cui spiccano opere di Jacopo Tintoretto e di Bonifacio de'Pitati. Al primo piano, lungo le 11 sale si trovano dipinti, sculture, e arredi affreschi del '700. All'ingresso del secondo piano inizia con due tele del Canaletto, mentre al terzo piano si trova la preziosa Pinacoteca Egidio Martini.

Palazzo Mocenigo

Di questo palazzo non si conoscono né l'architetto ne i tempi di costruzione ma dall'aspetto della facciata si può dedurre che risalga al XVII secolo. Nel 1945 fu donato al comune di Venezia dda Alvise Nicolò, ultimo discendente della famiglia veneziana, allo scopo di essere accorpato al museo Currer e di essere utilizzato come galleria d'arte. Il museo raccoglie un vasta collezione di abiti veneziani arricchiti da pizzi, merletti e gioielli simbolo della raffinatezza e dell'eleganza della Famiglia Mocenigo di San Stae.

Casa di Carlo Goldoni

Tra il Ponte dei Nobili e il ponte della Donna Onesta, si trova la casa che dette i natali al celebre commediografo Carlo Goldoni il 25 febbraio del 1707. Ca' Centenni, che riprende lo stile gotico del XV secolo, fu affitta dalla famiglia Goldoni fino al 1719. Oggi all'intero dell'edifico si trova un museo dedicato all'artista, l'archivio conserva ancora testi e studi teatrali e manoscritti originali. Nelle sale vengono rappresentati i temi principali del teatro Goldoniano, il Teatrino e le Marionette del palazzo Grimani ai Servi; il ruolo e l'opera del commediografo nel 700, all'interno si trovano dipinti ed arredi dell'epoca che rievocano alcune delle commedie di Goldoni.

Ca'Pesaro

E' tra i palazzi più belli di Venezia, caratterizzato dalla facciata in stile barocco, è situato nel Sestriere Di Santo Croce, e si affaccia sul Canal Grande Venne costruito per volontà della nobile famiglia Pesaro dall'architetto Longhena che iniziò la progettazione nel 600, alla sua morte nel 1682, il palazzo non era stato ancora terminato, perciò i lavori continuarono per mano di Gian Antonio Gaspari, che mantenendosi fedele al progetto iniziale, termino l'opera nel 1710. Oggi l'edificio ospita la Galleria Nazionale di Arte Moderna, ricca di dipinti e sculture otto-novecentesche, opere di Chagall, Klimt, Kandinsky, Klee, Matisse e Moore.

Museo Fortuny

Nel Sestriere di san Marco sorge il palazzo in stile gotico, che fu di proprietà della famiglia Pesaro, e che venne acquistato da Marino Fortuny, noto pittore, fotografo e scenografo, che ne fece la sua abitazione e laboratorio del suo genio e talento. Il palazzo con i rinomati tessuti che rivestono le pareti, gli abiti e le famose lampade è l'espressione diretta della genialità di Marino Fortuny, un artista sempre alla ricerca di innovazione e stile. Al suo interno sono ospitate mostre temporanee di vari artisti, ma è possibile anche visitare la biblioteca rimasta intatta e i grandi abiti delle sue creazioni.

Museo del Vetro di Murano

Si trova a Murano nel palazzo dei Vescovi di Trocello, venne creato nel 1861 per volontà del sindaco Antonio Colleoni e dell'abate Vincenzo Zanetti, accomunati dal profondo interesse per l'arte vetraria. Il loro intento era di creare un luogo di raccolta e conservazione dei reperti più antichi e delle documentazioni dell'arte del vetro realizzati sull'isola nel passato. Le collezione crebbero e furono arricchite da donazioni da parte delle vetrerie del posto. Oggi il museo possiede una vastissima collezione di opere di murano ordinata in senso cronologico, tra questi si trovano importanti opere realizzate dal Quattrocento al Novecento alcune di fama mondiale.

Museo del Merletto di Burano

Il museo è stato aperto nel 1981 e ha la sua sede presso la storica scuola dei Merletti di Burano, fondata dalla contessa Adriana Marcello che voleva riscoprire e valorizzare l'antica tradizione del ricamo. Successivamente alla chiusura della scuola, venne creato un consorzio tra alcuni enti pubblici Venziani e la Fondazione Adriana Marcello e nel 1978 prese il via questa opera di valorizzazione e conservazione dell'arte del ricamo. Il museo ospita esemplari unici della collezione della Scuola e vari esemplari realizzati dal XVI al XX secolo.

Museo di Storia Naturale

Il Palazzo Fontego dei Turchi, che si affaccia direttamente sul Canal Grande è uno dei palazzi più famosi e importanti di Venezia. L'edificio risale all'XIII secolo e fu costruito per volontà di Giacomo Palmieri. console di Pesaro, che rifugiatosi a Venezia, fondò una delle famiglie patrizie più rinomate e prestigiose della città: i Pesaro Oggi l'edificio è sede del Museo di Storia Naturale e al suo interno ospita tantissimi esemplari di molluschi, uccelli; nell'area botanica sono esposti antichi erbari, l'algarium e la raccolta micologica. Tra le molte esposizioni c'è un sezione dedicata alle imbarcazioni e agli strumenti utilizzati per la pesca, collezione donata nel 1880 dal conte Alessandro Pericle.

Gallerie dell'Accademia di Venezia

Il Museo si trova davanti al ponte dell'Accademia, ed è allestito negli edifici della Chiesa di Santa Maria della Carità, del Convento dei Canonici Lateranensi, e dalla Scuola Grande di Santa Maria della Carità. Le importanti collezioni che sono esposte al suo interno, riguardano la produzione dei pittori veneti dal periodo gotico e bizantino del Trecento, gli artisti rinascimentali come Bellini, Carpaccio, Tintoretto, Tiziano, fino agli autori settecenteschi: Canaletto, Bellotto, Longhi. Il museo conserva anche una delle opere più celebri di Leonardo da Vinci, l'uomo Vitruviano che viene esposto al pubblico sono in rare occasioni.

Collezione Peggy Guggenheim

Il museo che è stato inaugurato nel 1980, ha la sua sede presso Palazzo Venier dei Leoni, un edificio che non è mai stato completato e per questo chiamato dai veneziani "il palazzo non finito". Al suo interno è esposta la collezione di arte europea e americana della metà del Ventesimo secolo, più importante d'Italia, appartenuta a Peggy Guggenheim.