• italiano
  • inglese
  • giapponese
  • francese
  • tedesco
  • spagnolo
  • cinese
  • russo
AL teatro GOLDONI “ZIO VANIA” DI KONCHALOVSKY

E' in arrivo a Venezia 'Zio Vania' del illustre regista cinematografico Andrei Konchalovsky.
Il 1 e il 2 dicembre alle ore 20.30, presso il Teatro Goldoni, lo Stabile del Veneto offrirà al pubblico una fantastica occasione: assistere all'opera di Anton Cechov, considerata uno dei capolavori del teatro di tutti i tempi, nella messa in scena di Konchalovsky, che ha sempre riservato al teatro un'attenzione particolare.
Nel 2007 Konchalovsky ha presentato con grande successo sul palcoscenico del Goldoni 'Il Gabbiano', un altro tra i grandi capolavori cechoviani. Lo spettacolo, prodotto dall'Andrei Konchalovsky Production Center e dal Teatro Mossovet Mosca, sarà in lingua originale con sovra titoli. La tourne'e dello spettacolo viene effettuata con il sostegno del Ministero della Cultura della Federazione Russa, sponsor Gazprom Export e Eni.
Cechov e' una sinfonia di una vita che non e' piena di avvenimenti tragici, opere grandiose o moti dell'animo, non ci sono eroi, ma parla di una vita semplice, grigia, come diceva lui stesso. L'uomo non e' in grado di guardare fissamente la luna per vedere come tramonta dietro l'orizzonte. L'uomo non e' capace di guardare un albero per vedere come s'ingiallisce. Pure a noi non e' dato guardar fisso la vita per vedere come conduce alla morte. Pero' sappiamo che la luna tramonta, che un albero si ingiallisce e perde le foglie e che la vita giunge alla fine. Cechov come artista fu in grado di vedere e discernere la vita come nessun altro nella storia dell'arte. Propriamente parlando, Cechov fu il fondatore dello stesso dramma moderno che subentro' alla tragedia romantica del XIX secolo. E' facile volere bene agli Eroi di talento che non sono prostrati dal dolore o dalla vita stessa. Cechov vuole bene a questa gente, perche' sa che anch'essa morira'. Lui stesso espresse molto precisamente la sua concezione dell'arte. In scena la gente pranza e prende il the, lasciando che le proprie fortune, la vita compresa, si rovinino' scrisse Cechov'.

Teatro Goldoni
Centralino: 041.2402011 (da lunedì a venerdì dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 17.00)
Biglietteria: 041.2402014
Prenotazioni: 041.2402019 (da lunedì a venerdì dalle 15.00 alle 17.00)



News a cura di MarketingFocus.it

www.marketingfocus.it »