• italiano
  • inglese
  • giapponese
  • francese
  • tedesco
  • spagnolo
  • cinese
  • russo
La sinuosa eleganza della scultura a Venezia

Ha aperto i battenti sabato l’esibizione veneziana “Giancarlo Franco Tramontin. Sculture, forme come linguaggio a Palazzo Ducale”,
dedicata ad un grande maestro della scultura contemporanea, in mostra a Palazzo Ducale fino al 18 agosto 2012. L’artista attivo sulla scena da oltre mezzo secolo ha realizzato una produzione sterminata, ricca di fascino e quest’estate saranno esposte le componenti più innovative e recenti della sua arte all’interno di una location incantevole, quella della Loggia dei Foscari, che permette al visitatore, ancora incantato dalla bella Serenissima, di godersi uno spettacolo unico con una splendida vista su Piazza San Marco e sul mare della laguna. Da questa terrazza rialzata e racchiusa tra bianchi archi ad ogiva si può percepire tutta l’atmosfera sognante tipica di una vera meraviglia quale è Venezia, non a caso una delle dieci mete più visitate d’Italia insieme ovviamente alle sempreverdi, potremmo definirle così, Firenze e Roma. Andare a Venezia e non visitare Palazzo Ducale con i suoi cortili, le sue numerose stanze e la sua loggia è davvero un sacrilegio!
Le opere di Tramontin, esposte in questa sede prestigiosissima, sono incentrate sulla raffinata bellezza del nudo femminile, reinterpretato nelle forme di delicati e sinuosi manichini, che si dilatano e si restringono fino quasi a prosciugarsi, realizzando armoniosi volumi con i più disparati materiali ed applicando a questi incisioni e pieghe quasi fossero il segno reale della loro vitalità. Opere estremamente eleganti, limate e smussate quasi rappresentassero il caldo fulcro primigenio della vita che si sviluppa e si evolve in forme sempre nuove.
La mostra sarà quindi una tappa obbligata per tutti coloro che si recheranno alla Serenissima, una sosta necessaria per comprendere appieno la scultura contemporanea di questo illustre figlio di Venezia.