• italiano
  • inglese
  • giapponese
  • francese
  • tedesco
  • spagnolo
  • cinese
  • russo
Museo Correr : disegni inediti dell’800 veneziano

Fino all’11 aprile 2010 il Museo Civico Correr, ospita un’ interessante mostra dedicata ai disegni ottocenteschi intitolati alla città stessa. L’esposizione propone disegni inediti di autori come : Favretto, Giacomo Guardi, Querena, Vervloet, Caffi e Pividor, che hanno tracciato su carta il loro sguardo sulla città lagunare.La collezione è tra le più importanti relative all’arte grafica di quel periodo, ed è rimasta celata al pubblico, per la grande attenzione riservata invece alla produzione artistica Settecentesca. Oggi invece l’associazione dei Musei Civici di Venezia, intende dare nuova rilevanza ed attenzione a questa interessante collezione, che comprende una varietà di disegni a matita su carta, che hanno immortalato la Venezia dell’800, i suoi monumenti, le piazze, la gente, gli aspetti sociali. La Venezia che si conosce attraverso queste opere è autentica; un città vissuta e di grande fascino, che mostra con orgoglio le sue ferite ma anche le sue gioie. Il primo piano del Museo Correr, presso il Salone Napoleonico, ospita una collezione privata, circa ottanta disegni inediti di Giacomo Favretto ( 1849-1887), che coglie i momenti trascorsi nei caffè veneziani; guardi fugaci, complotti politici, letture di giornali. Il secondo piano accoglie la produzione di altri artisti dell’epoca e ogni sala è dedicata ad un pittore, Giacomo Guardi (1786-1835), che dipinge delle cartoline, di schizzi, ricordi, impressioni. Luigi Querena (1820-1887), che ritrae spettacolari panorami della città. Francois Vervloet (1795-1872), che arrivato a Venezia, si concentra su luoghi sacri, e vuole cogliere ogni dettaglio che sappia colpire la sua attenzione. Ippolito Caffi ( 1809-1866), che racconta con gli acquarelli, la gente di Venezia: marinai, guardie, popolani.La sala dedicata a Giovanni Pividor (1812-1872), propone disegni di diverse dimensioni che analizzano la città in modo minuzioso, catturando ogni sua sfumatura e dettaglio.Completano la mostra i disegni e gli acquarelli di Eugenio Bosa (1807-1875) , che racconta attraverso le sue opere la povertà ed il dolore di Venezia, attraverso i ritratti di mendicanti, pescatori, gente semplice, immortalata nella quotidianità.
Dal 19 dicembre 2009 al 11 aprile 2010
Museo Correr
San Marco 52,
30124 Venezia
Ingresso per il pubblico: Piazza San Marco, Ala Napoleonica, Scalone monumentale
Orario : 10,00-17,00 (biglietteria 10,00-16,00); Chiuso il 25 dicembre e 1 gennaio 2010