• italiano
  • inglese
  • giapponese
  • francese
  • tedesco
  • spagnolo
  • cinese
  • russo
I Sestieri di Venezia

Viaggio alla scoperta delle zone più belle della città, della loro storia e delle più importanti attrazioni artistiche. I sestieri corrispondono ai sei quartieri in cui è suddivisa la città : Canareggio, Castello, Dorsoduro, San Marco, San Paolo e Santa Croce. Questa antica divisione in aree deriva dalla scomposizione in giurisdizioni della città di Venezia all’epoca della “Serenissima” e ancora oggi vengono simboleggiati dalle sei barrette che si trovano nel “ferro di prua" della gondola .

Sestiere di Canareggio : ll nome avrebbe due origini, potrebbe derivare da “ Canal Regio” , ossia canale principale, oppure dal fatto che nel passato questa zone fosse ricoperta di canneti quindi da “Regio Cannarum”.
Canareggio si estende sulla parte Nord Ovest delle città e confina con i Sestieri di Santa Croce e Castello.Questa zona è ricca di palazzi e chiese da visitare .

Chiesa di Santa Maria di Nazareth o dei Carmelitani Scalzi
La chiesa fu costruita nei primi anni del XVII secolo da Baldassarre Longhena. La grandiosa facciata fu eseguita tra i 1672 e il 1680 da Giuseppe Sardi .durante la prima guerra mondiale una bomba distrusse il soffitto affrescato dal Tiepolo , perciò oggi è possibile vedere solo il bozzetto alla Galleria dell’Accademia

Palazzo Labia
Il magnifico palazzo venne costruito tra il XVII ed il XVIII secolo dalla ricca famiglia catalana dei Labia . All’interno del palazzo è possibile ammirare le decorazioni eseguite ad opera del Tiepolo . Ad oggi il palazzo è sede della Rai regionale.

Ghetto di Venezia
Durante il periodo della Repubblica Veneta, gli ebrei erano costretti ad abitare solo in questa zona della città, oggi questa area è sede della Comunità Ebraica di Venezia. Durante il 500 vennero create diverse sinagoghe a seconda del gruppo di provenienza : la Schola Grande Tedesca, la Schola Canton , la Schola Levantina, la Schola Spagnola e la Schola Italiana.

Palazzo Vendramin Calergi
Il palazzo è in stile rinascimentale , fu la famiglia dei Loredan a volerne la costruzione per mano dell’architetto Mario Codussi, gli affreschi interni vennero invece realizzati dal Giorgine.
Oggi è sede del Casinò di Venezia, la casa da gioco più antica del mondo, fondata nel 1638 , ma trasferita a palazzo Vendramin nel 1946

Ca' d'Oro
Il palazzo fu costruito per volere di Marino Contarini tra il 1421 ed il 1440 , venne realizzato grazie al lavoro di più artisti : Marco D’Amedeo che diresse i lavori, lo scultore Matteo Raverti, Giovanni e Bartolomeo Bon, Jean Charlier.Oggi è proprietà dello stato, vi sono conservate diverse opere tra cui : il San Sebastiano di Mantegna, oggetti di arredo gotico, alcune collezione di bronzetti rinascimentali e dipinti di scuola toscana.

Sestiere di Castello :
Il sestiere prende il nome dall’antica fortezza, ormai non più visibile, edificata per difendersi dagli attacchi via mare.Castello confina a nord-est con Canareggio, è la zona più popolosa della città ed è ricca di attrazioni turistiche da visitare.

Arsenale di Venezia
Si sviluppa su un’area molto estesa di Venezia, e rappresenta il centro dell’industria navale veneziana del XII sec.Ad oggi viene utilizzato come sede espositiva della Biennale di Venezia, al suo interno è stato allestito il Museo Storico Navale, dove sono raccolte le testimonianze storiche sulla navigazione e sulla marineria italiana e veneta.

Chiesa di San Francesco della Vigna
Il nome della chiesa deriva dal fatto che il campo su cui è stata edificata era riservato alla coltivazione della vigna. Nel 1253 il figlio del Doge Pietro, Marco Oziani, donò il terreno ai frati e da lì prese il via la costruzione dell’edificio religioso.

Chiesa di san Giovanni in Bragora
La chiesa sorge sul campo omonimo che è intitolato anche ai patrioti di Venezia, Bandiera e Campo.La chiesa risale al VIII secolo e venne fondata dal vescovo di Oderzo, San Magno.

Scuola e chiesa di san Giorgio dei Greci
È la più antica chiesa greco-ortodossa dell’occidente ed è stata costruita tra il 1539 e il 1561.
Ancora oggi rappresenta il più importante centro di culto per la comunità greca di Venezia.La scuola greca di San Nicolò che è accanto alla chiesa custodisce diverse opere di pittori greci e veneziani ed icone greche.

Chiesa di san Zaccaria
La chiesa , intitolata a San Zaccaria, padre di Giovanni Battista, è un’ importate chiesa monastica, in cui venivano rinchiuse le giovani nobili veneziane per prendere i voti. Fu eretta nel XV secolo e successivamente ultimata da Mario Codussi che realizzò la monumentale facciata.

Basilica di san Giovanni e Paolo
È considerata il Pantheon di Venezia, poiché conserva le tombe di venticinque dogi, è detta dai veneziani chiesa di San Manipolo. La chiesa risale al 398 d.C e fu costruita su ordine del senatore Bizante sui resti della casa dei due ufficiali romani Giovanni e Paolo che vennero martirizzati da Terenziano nel 362 .

Sestiere di Dorsoduro :
Il sestiere viene chiamato così a causa del terreno molto solido su cui sorge.
Confina a nord con S. Croce e S. Polo , questo è il sestiere dove si trovano i musei più importanti di Venezia

Santa Maria della Carità
La chiesa venne costruita nel XII secolo e comprendeva le tre aree principali , chiesa , monastero e scuola.
Nel XVI secolo Andrea Palladio progettò una serie di lavori nel convento , e fino al XVII secolo è stato uno dei complessi più importanti della città, grazie anche alle numerose opere che custodiva. Dopo un periodo di abbandono, venne utilizzata per ospitare l’accademia delle Belle Arti e le Gallerie dell’Accademia.

Gallerie dell’Accademia
Sona state istituite nel 1807 e aperte al pubblico nel 1871. Rappresentano la più grande e importante rassegna di pittura veneziana e veneta dal XIV al XVIII (tra gli autori Carpaccio, Bellini,Tintoretto e Tiziano).

Collezione Paggy Guggenheim
Il museo si trova nel palazzo di Venier dei Leoni, abitazione privata di Paggy Guggenheim.
La esposizioni comprendono esempi preminenti del modernismo statunitense del Futurismo italiano, raccoglie inoltre opere Cubiste, Surrealiste e di Espressionismo Astratto
Ca’ Rezzonico
Questo palazzo venne iniziato da Baldassarre Longhena nel 1649 su commissione della famiglia Bon, rimase incompiuto fino a quando non venne acquistato dalla famiglia Rezzonico (1750) e terminato dall’opera di Grigio Massari. Oggi è a sede del Museo del ‘700 Veneziano che ospita la raccolta più importante di oggetti d’arte e di dipinti del secolo.

Sestiere di San Marco :
E’ il centro di Venezia e da sempre il cuore della vita veneziana, con i famosi caffè e l‘atmosfera unica della cornice di piazza San Marco.

Piazza San Marco
Ha preso forma nell’arco del tempo, sulla base degli adattamenti dovuti dalla varietà di esigenze funzionali e rappresentative della città.
A forma trapezoidale è l’unica piazza di Venezia perché le altre vengono chiamate “campi”.
Si divide in tre arre principali : la piazza racchiusa tra le Procuratie Vecchie Nuove e Nuovissime , che comprende la basilica ed il campanile di San Marco.
La piazzetta di San Marco : che sta davanti al palazzo ducale a alla Biblioteca Nazionale Marciana.
Pizzetta dei Leoncini : dove si trova il palazzo Patriarcale.

Basilica di San Marco
È stata fondata nel sec.IX dal doge Giovanni Partecipazio per custodire le spoglie di San Marco e nel 1807 divenne cattedrale di Venezia. E’ il luogo più importante per quanto riguarda la vita pubblica e religiosa della città, dove si festeggiavano la ricorrenze più importanti e dove venivano consacrati i dogi.La struttura è caratterizzata da elementi bizantini, romanici e gotici rivisti secondo lo stile tipico veneziano.La monumentale facciata è decorata con marmi e mosaici e suddivisa in due parti da una terrazza dove poggiano i quattro cavalli di bronzo dorato.

Torre dell’Orologio
Un monumento simbolo , che da anni scandisce lo scorrere del tempo nella città di Venezia.
Attraverso un visita guidata è possibile conoscere la storia dell’orologio , vedere i meccanismi , e gli ingranaggi che da diversi secoli permettono il suo funzionamento, è dotato anche di un meccanismo a carillon, attivo solo il giorno dell’Epifania e dell’Ascensione, quando le preziose statue dei Re Magi e dell’Angelo escono in processione .

Museo Archeologico
Si trova in alcuni ambienti delle Procuratie Nuove e conserva le collezioni di Giovanni Grimani e del nipote Giovanni , comprende un’importante raccolta di sculture greche , di frammenti architettonici e scultorei romani,di epigrafi marmi e busti e una collezione numismatica con monete romane dell’epoca repubblicana , che vanno dal sec.III al sec.I a.C.

Teatro la Fenice
Venne progettato nel 1790 da Gian Antonio Selva e inaugurato nel 1972 con la messa in atto de “I Giochi di Agrigento “ di Giovanni Paisiello. La storia vuole che sia stato più volte distrutto da incendi e ricostruito, l’ultimo episodio avvenne nel 1996 , è stato ricostruito dopo otto anni di lavori e inaugurato nuovamente nel 2003.

Sestiere San Polo :
E’ il sestriere più piccolo della città, confina a sud con Dorsoduro e prende il nome dalla chiesa più importante , apunto San Paolo Apostolo.

Ponte di Rialto
Attraversa il Canal Grande ed è il più famoso e antico dei ponti veneziani.Già nel 1557 esisteva un ponte in legno, ma venne ricostruito in pietra da Antonio da Ponte ed inaugurato nel 1591.
Santa Maria Gloriosa dei Frari : è una delle chiese più importanti della città, comprende diverse opere e sculture del periodo della Serenissima , tra questi dipinti di Tiziano e Bellini.
La costruzione dell’edificio iniziò nel 1340 e completata in un secolo, sorse al posto di un’altra chiesa del XIII sec. edificata dai frati Minori francescani ( i Frari ).

Casa Goldoni
È la casa dove nacque il celebre commediografo Carlo Goldoni il 25 febbraio del 1707.
Ca’ Centenni, che riprende lo stile gotico del XV secolo, fu affitta dalla famiglia
Goldoni fino al 1719 .
Oggi all’intero dell’edifico si trova un museo dedicato all’artista ,l’archivio conserva ancora testi e studi teatrali e manoscritti originali

Scuola Grande di San Rocco
Fu costruita a partire dal 1516 sotto la direzione e secondo il progetto di Bartolomeo Bon che curò i lavori fino al 1524, successivamente fu Sante Lombardo al 1549 , l’opera fu terminata da Gian Giacomo de Grigi nel 1560.

Scuola Grande di San Giovanni Evangelista
È una scuola di Venezia dove in passato risiedeva la confraternita dei Battuti, venne fondata nel 1261. Nel 1481 la bottega dei Lombardi realizzò il portale in stile Rinascimentale. Nel 1512 Marco Codussi ricostruì la grande scalinata interna. Nel 1806 con gli editti napoleonici la scuola vene soppressa, nel 1856 lo stabile venne acquistato da alcuni privati , e ad oggi ha riacquistato il suo ruolo di confraternita.

Sestiere di Santa Croce:
Questo sestiere confina a sud con Dorsoduro, e deve il suo nome alla Santa Croce di Gerusalemme, un’ antica chiesa che venne demolita sotto l’impero Napoleonico.Questa è l’unica zona dove è possibile circolare con gli automezzi. E’ la zona più limitata della città ed in antichità apparteneva ad un ‘area chiamata Luprio dove si trovavano le saline.

Ca’Pesaro
E’ tra i palazzi più belli di Venezia, caratterizzato dalla facciata in stile barocco, è situato nel Sestriere Di Santo Croce, e si affaccia sul Canal Grande
Venne costruito per volontà della nobile famiglia Pesaro dall’architetto Longhena che iniziò la progettazione nel 600, alla sua morte nel 1682, il palazzo non era stato ancora terminato , perciò i lavori continuarono per mano di Gian Antonio Gaspari, che mantenendosi fedele al progetto iniziale, termino l’opera nel 1710.
Oggi l’edificio ospita la Galleria Nazionale di Arte Moderna , ricca di dipinti e sculture otto-novecentesche, opere di Chagall, Klimt, Kandinsky, Klee, Matisse e Moore.

Palazzo Mocenigo
Di questo palazzo non si conoscono né l’architetto ne’ i tempi di costruzione ma dall’aspetto della facciata si può dedurre che risalga al XVII secolo.
Nel 1945 fu donato al comune di Venezia da Alvise Nicolò, ultimo discendente della famiglia veneziana, allo scopo di essere accorpato al museo Currer e di essere utilizzato come galleria d’arte.Il museo raccoglie un vasta collezione di abiti veneziani arricchiti da pizzi, merletti e gioielli simbolo della raffinatezza e dell’ eleganza della Famiglia Mocenigo di San Stae

Chiesa di San Stae
Venne ricostruita nella seconda metà del sec. XVII secondo il progetto di Giovanni Grassi, seguendo le linee guida dell’edificio preesistente.La facciata venne ricostruita per volere del Doge Alvise II Mocenigo

Chiesa di San Giacomo dell’Orio
È una chiesa molto antica che fu ricostruita nel 1225 per volere delle famiglie Da Mula e Badoer e poi subì ulteriori modifiche tra il XIV ed il XVII secolo.

Fondaco dei Turchi
Il palazzo fu acquistato dalla Repubblica nel 1381 per i duchi di Ferrara, la sua proprietà passò a diverse famiglie patrizie fino 1621 , quando venne affittato ai Turchi ed utilizzato come abitazione e come magazzino per le merci fino al 1838. Nel 1858 fu acquistato dal Comune di Venezia e dopo vari restauri divenne la sede del Museo Correr fino al 1992 , attualmente ospita il Museo Civico di Storia Naturale , comprende collezioni di fossili , raccolte botaniche, e collezioni entomologiche.

San Nicolò da Tolentino
La chiesa nasce dal progetto di Vincenzo Scamozzi che ne diresse i lavori dal 1591 al 1602.
La facciata rimasta incompiuta, fu poi terminata da Andrea Tirai, che aggiunse altri elementi : sei colonne corinzie ed il pronao con il timpano.

Palazzo Corner della Regina
Il palazzo fu costruito per volontà dalla famiglia Correr nel XVIII sec. e progettato dal Domenico Rossi.Nel 1454 vi nacque Caterina divenuta in seguito regina di Cipro. Con l’estinzione della famiglia il palazzo diventò sede del Monte della Pietà nelle ‘800 ed oggi ospita l’archivio storico della Biennale di Venezia.