• italiano
  • inglese
  • giapponese
  • francese
  • tedesco
  • spagnolo
  • cinese
  • russo
L'energia del tessuto si fa arte

Immerso tra le calle veneziane Palazzo Mocenigo ospita un’interessante mostra d’arte contemporanea da titolo di “Miniartextil”, che si rinnova ogni anno dal 2006 grazie all’utilizzo di soggetti sempre diversi.
Quest’anno l’esposizione veneziana, che chiuderà i battenti il 26 agosto 2012, è incentrata sul tema dell’energia, tanto importante sia nel passato sia nel presente, pensiamo ai geni di Tesla e di Edison, o alle attualissime idee di energia pulita e rinnovabile. In ogni caso a Venezia il tema dell’energia è sfruttato per mettere in mostra alcune opere di artisti nazionali ed internazionali, vincitori del Concorso che annualmente si tiene a Como e dedicato all’arte del tessile contemporaneo.
Si, perché in fin dei conti la trama, l’ordito, il filo non sono solo alla base della produzione tessile italiana e fondamentali per realizzare capi extra lussuosi che sfilano per la passerelle dei più importanti stilisti del mondo davanti a tutte le appassionate di shopping, ma dalle componenti del tessuto possono essere generate forme sperimentali d’arte contemporanea davvero sublimi. La mostra esibisce una sessantina di opere di piccole dimensioni che utilizzano i materiali comuni dei tessuti reinterpretandoli in maniera nuova ed innovativa ma di certo con rara bellezza. All’interno dell’esposizione in questione sono presentate anche altre opere, delle vere e proprie istallazioni, che rappresentano in maniera alternativa l’energia, come un manichino che sembra quasi nell’atto di esplodere per lo strabiliante scintillio delle sue piccole luci o ancora la forza di un toro realizzato con la juta.
L’arte del tessile è sempre pronta a stupire i suoi osservatori e non c’è alcun dubbio che l’energia di queste opere siano in grado di inebriare anche voi.