• italiano
  • inglese
  • giapponese
  • francese
  • tedesco
  • spagnolo
  • cinese
  • russo
Mostra Internazionale di Architettura

Venezia ospiterà dal 29 agosto al 25 novembre 2012 la 13° edizione della “Mostra Internazionale di Architettura”. Si svolgerà come di consueto all’interno di numerose postazioni, sparse per la Serenissima, volte a coinvolgere un numero sempre crescente di pubblico sia esso esperto, appassionato o semplicemente curioso. La mostra avrà come location il Padiglione Centrale, i padiglioni nazionale, il Padiglione Italia, l’Arsenale e i Giardini della Biennale.
Insomma ci sarà da perdersi all’interno di questo grande evento.
Ma infondo meglio così! Anche perché il tema scelto quest’anno, quello del “Common Ground”, è davvero intrigante.
La maggior parte della gente comune è intenta a pensare all’architettura con le immagini di grandi ed importanti strutture, come per esempio la Tour Eiffel o la Fallingwater di Write o l’Auditorium romano di Renzo Piano. In realtà il concetto è ben diverso e possiamo arrivarci anche noi profani del settore. Tutto quello che vediamo, i luoghi in cui stiamo, i posti che visitiamo sono architettura che respira. L’idea è banale se ben ci pensiamo ma è fondamentale per evitare di cadere nel particolarismo e di finire per concepire l’architettura, che è anch’essa forma d’arte di sublime livello, come fine a se stessa. Invece le iterazioni, le convergenze, i punti di incontro e le confluenze anche di altre discipline sono fondamentali per elevare l’architettura a qualcosa di più tangibile e meno astratto. L’idea dello spazio comune sarà allora fondamentale per affrontare con spirito nuovo soprattutto il concetto di architettura urbana, presentando progetti che siano fruibili da tutto il pubblico e che anzi, come nelle intenzioni degli organizzatori di questa edizione della mostra, provengano proprio dalla mente della gente che, in un mondo di interrelazioni cariche di tecnologie, può dire finalmente la sua, criticando e proponendo la propria idea di architettura, fondamentale per tutte le necessità umane.
Una mostra ogni anno sempre più originale ed interessante..davvero da non perdere.